2013 aprile
Home  »  Il nostro blog  »  2013 aprile
Apr
25
Admin
25 Aprile, c’è sempre un buon motivo per resistere
IN EVIDENZA
0

Bello festeggiare una Liberazione, ma forse è più utile ricordare la Resistenza. A resistere si è spesso in pochi, e chissà, forse in guerra erano “altri tempi”, ma il coraggio spesso bisognava darselo, se uno non ce l’aveva. Per questo penso che convenga ricordare i partigiani, non tanto per far riferimento alle loro qualità come uomini, ma anche solo perchè, chi con la vita, chi solo con qualche ferita, hanno difeso una causa e, insieme ad essa, anche tutte le persone che non hanno combattuto per quella causa, che non si sono esposte o che sono scappate, che non avevano l’età per combattere oppure che di anni ne avevano già troppi.

Dal sito dell’ ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia), biografia di un partigiano locorotondese:

Michele Cisternino
Nato a Locorotondo (Bari) il 7 marzo 1919, deceduto a Locorotondo il 12 gennaio 1997, impiegato, due Croci al merito di guerra.
Ufficiale d’anagrafe nel Comune dov’era nato, nel 1939 fu chiamato per la leva e mandato nell’Egeo. Restò sull’isola di Coo, come caporal maggiore di Fanteria, sino al 1942, ma quando fu annunciato l’armistizio il giovane militare si trovava in Jugoslavia, nel X Posto di Avvistamento Aerei. Catturato dai tedeschi, riuscì a fuggire mentre stava per essere avviato in un campo di concentramento in Germania. Raggiunti i partigiani del Battaglione “Mameli”, Cisternino combatté con loro sino a che, il 19 ottobre 1943, scontrandosi con i tedeschi a Kozino, non fu ferito e, di nuovo, fatto prigioniero. Rinchiuso nelle carceri del Tribunale di Zara, quando il penitenziario fu bombardato il giovane militare ne approfittò per evadere e per raggiungere, era il 16 dicembre del ’43, il Comando Patrioti di Borava. Un mese dopo, l’imbarco per Bari e il rientro in Italia, dove Cisternino, con i postumi di una ferita e due decorazioni, poté tornare alla sua Locorotondo.

Apr
23
Admin
San Giorgio, da Locorotondo a Barcellona
IN EVIDENZA
0

San Giorgio, oltre ad essere protettore di Locorotondo, è patrono di molti luoghi, tra cui Inghilterra, Georgia, Etiopia, Bulgaria, Serbia, Timbuctù e Portogallo. E’ un santo anche particolarmente venerato dai Rom: in lingua romani prende il nome di Ederlezi, titolo di una canzone popolare resa nota da Goran Bregovic.

In Catalunya e in particolare a Barcellona c’è l’usanza di regalare fiori e libri durante la festa di San Giorgio: la tradizione dei libri è abbastanza recente, iniziata a seguito della proclamazione della Giornata Nazionale del Libro, coincidente con il 23 aprile.

Regalare rose, invece, è una abitudine diffusa anche in altri popoli che festeggiano S. Giorgio: la leggenda vuole che, a seguito dell’uccisione del dragone da parte del cavaliere Giorgio, dal sangue dell’animale che bagnava la terra fossero spuntate delle rose rosse, e Giorgio regalò una di queste rose alla principessa di Cappadocia, che aveva salvato sconfiggendo il drago. Da notare che i Romani celebravano già una festa floreale nel periodo di Maggio, dedicata alla dea Flora.

 

Il nome Giorgio deriva dal greco antico γεωργός (gheorgòs), che significa “contadino, lavoratore della terra”. Da un punto di vista cabalistico e simbolico, l’origine del nome e il racconto leggendario hanno qualcosa in comune. La coltivazione del terreno è simbolicamente correlata alla coltivazione del sè, ovvero seminare – inseminare il femminino (la terra) per dare origine a una nuova vita (la pianta). Corrisponde a ciò che A. De Souzenelle (“La simbologia del corpo umano”) riferisce come il passaggio dall’ “uomo rosso” a “uomo verde”. L’uomo rosso, o uomo con sangue rosso, è l’essere non realizzato, in cerca di una purificazione o redenzione attraverso la vita. E’ l’uomo-animale, collegato al Ferro (contenuto, infatti, nell’emoglobina). L’ “uomo verde” è l’uomo-pianta, riflesso dell’albero della vita, capace di connettere la terra (con le sue radici) al cielo (con le foglie). Avreste mai pensato si potesse dire questo dell’opera del contadino?

Il cavaliere Giorgio sconfigge l’animale, il drago (per la simbologia del serpente, vedere qui) e dal sangue rosso del drago nascono fiori, il verde, la nuova vita. La storia di Giorgio è la parabola per eccellenza del percorso di trasformazione spirituale dell’uomo, che è transculturale e transreligioso, e forse anche per questo è venerato in così tanti posti diversi.

Se  il tema vi incuriosisce, la discussione è aperta nel forum

Apr
22
Admin
Sgarbi, Locorotondo e la Giornata della Terra
Video
0

Quello che diceva Sgarbi sulla “bretella” di Locorotondo. E’ passato del tempo, ma è in qualche modo sempre attuale..

Oggi è la Giornata della Terra, per restare in tema 😉

Apr
20
Admin
Incontro su scienza e fede a Bari
IN EVIDENZA
0

Il quotidiano La Repubblica organizza un incontro con dibattito su ragione, scienza e fede a Bari, in corso nella giornata di oggi e seguirà domani.

Stasera alle 19 è previsto anche intervento di Rodotà e a seguire dell’ex direttore di Wired Italia, Riccardo Luna.

Sono ancora le 17, se tante volte volete fare un salto a sentire uno dei papabili Presidenti della Repubblica..

Per vedere il programma dell’evento cliccate qui

Apr
18
Admin
Come creare un Gruppo
FAQ
0

Nella community, oltre a partecipare al forum aperto a tutti, si possono creare dei Gruppi, per condividere informazioni o anche per creare eventi ad hoc, dedicati solo agli iscritti di un dato Gruppo.

Creare un nuovo Gruppo è semplice, basta andare nella pagina dedicata ai gruppi, cliccare su “Crea un Gruppo” e cominciare ad inserire nome e descrizione.

Successivamente, si può scegliere se fare un Gruppo aperto (iscrizione libera), Privato (iscrizione soggetta a moderazione dagli amministratori del gruppo), o Nascosto (su invito diretto e non visibile a utenti non iscritti). Si può anche decidere chi può o non può inviare inviti per l’adesione al Gruppo.

Potremo quindi caricare una immagine per il gruppo. E’ opportuno evitare immagini troppo grandi o irregolari, in ogni caso prima di salvare l’immagine vi verrà proposto dal sistema di ritagliarla tramite un apposito strumento, basta regolare la selezione dell’immagine a piacimento. Molto più semplice e rapido a farsi che a dirsi.

Infine potrete inviare gli inviti agli utenti che appartengono alla vostra lista amici (per inviare una richiesta di amicizia basta andare sul profilo dell’utente). Abbiamo appena creato un nuovo gruppo denominato “Quelli che si sono appena iscritti..” , un gruppo di supporto per tutti i nuovi utenti. Fatevi avanti 😉

Apr
17
Admin
Come inviarci una foto, un video o un articolo
FAQ
0

Per inviarci una immagine o un video affinchè venga pubblicata nel nostro mosaico di foto su Locorotondo e dintorni o nel nostro blog puoi segnalarcelo nel forum, in questa sezione dedicata ai suggerimenti, via Facebook  o via Twitter
N.B. Se hai già postato l’immagine sul tuo profilo Twitter o Facebook, è sufficiente che ce la segnali sul nostro profilo o che la condividi

Per inserire un post a tuo nome all’interno del nostro blog, inviaci il materiale via email a info (chiocciola) ucurdunne.it , pubblicheremo tutti i contributi che ci sembrano interessanti e utili.

Apr
17
Admin
Come inserire o modificare un evento
FAQ
0

Inserire un nuovo evento è molto semplice: il link alla pagina “segnala un evento” si trova sia nella barra qui a destra, sia nel menù di navigazione in alto, sotto la voce Eventi.

Quando inserisci i dati per la segnalazione di un evento, trovi i seguenti campi da compilare:

NOME: dai un nome che faccia capire di che tipo di evento si tratta!

GRUPPO: se sei amministratore di un Gruppo nella community troverai anche l’opzione per segnalare un evento relativo SOLO a quel Gruppo di utenti. E’ una funzione in più, se si tratta di un evento “per tutti”, passa oltre

QUANDO: puoi segnalare un evento ricorrente (ad es. ogni settimana) o una tantum. C’è un piccolo inghippo che speriamo di risolvere a breve, ma per il momento è meglio saperlo: se un evento si estende fino alla mezzanotte e selezioni 00:00 come orario di fine evento, non verrà approvato a meno che la data di fine non sia successiva a quella di inizio. Per capirci: se il giorno 1 maggio c’è un evento che finisce a mezzanotte toccherà impostare che comincia e finisce l’ 1 maggio alle 23:30 oppure che comincia l’1 maggio e finisce il 2 maggio alle 00:00 .

NOTA BENE: se un evento si protrae per più giorni consecutivi, segnalo come evento ricorrente. Se si ripete ogni giorno, ogni settimana o mese, segnalo come evento ricorrente. Se invece si tratta di eventi che avvengono in giorni diversi senza una regolarità (es metà aprile, fine maggio, inizi luglio), segnalali separatamente, non mettere inizio evento ad aprile e fine a luglio. In ogni caso se sbagli non ti preoccupare, controlliamo gli eventi prima di pubblicarli 😉

DOVE: nell’inserimento del luogo dell’evento, il sistema tiene conto dei luoghi inseriti in precedenza! quindi se è stato già registrato, ad esempio, un evento presso la sede di una associazione, basterà digitare alcune lettere del nome dell’associazione per trovarsi tutti i campi compilati. Vuoi vedere se una location è stata già “registrata” nel nostro archivio? Qui c’è l’elenco dei luoghi archiviati

DETTAGLI: descrizione dell’evento

CATEGORIA: puoi selezionarne più d’una, purchè attinenti

IMMAGINE: non deve superare i 700 px (larghezza e/o altezza), mi raccomando. Nel caso sia più grande, ridimensiona l’immagine e riprova.

Se hai problemi a segnalare un evento, scrivi un messaggio di risposta a questo post!

MODIFICARE UN EVENTO

Puoi modificare solo gli eventi da te inseriti. Puoi farlo cliccando sull’apposito link di modifica presente:

– nella pagina Cerca Eventi

– nella pagina Segnala un Evento

– nel tuo Profilo (per accedervi devi cliccare sul tuo nome utente nella colonna qui a destra) sotto la voce Eventi > I miei Eventi

Apr
17
Admin
Come inserire o modificare la propria immagine profilo
FAQ
0

E’ possibile cambiare il proprio avatar, ossia l’immagine associata al proprio profilo, andando nel proprio profilo utente e cliccando sulla voce Profilo > Cambia Avatar

Per visualizzare il proprio profilo è sufficiente cliccare sul proprio nome, nella barra scura in alto nel sito, oppure nel riquadro grigio scuro in cima alla colonna laterale destra.

Se riscontrate dei problemi nel caricare l’immagine, la spiegazione più probabile è che il file immagine sia troppo grande (provate con dimensioni inferiori ai 600 KB) o in un formato file non comune (meglio usare .jpg o .png).

Questa FAQ è riportata anche nel forum in questo messaggio, dove potete scrivere e commentare nel caso ci siano problemi

Apr
16
Admin
Libertà è Partecipazione!
IN EVIDENZA
0

Stiamo pian piano aggiungendo materiale su questo sito.. tra gli eventi ad esempio ora troverete anche i film proiettati all’Auditorium di Locorotondo. Vorremmo spendere due parole in più sull’uso che potremmo fare di questa piattaforma, e sulla partecipazione di noi tutti alla community :

QUI possiamo discutere in maniera strutturata dei temi che riguardano il territorio. Nel forum ci sono alcuni argomenti e sezioni, ma potremmo aggiungerne altri o modificare quelli presenti a seconda delle esigenze. Rispetto ad altri ambienti “social” però, qui abbiamo spazi adeguati per avviare anche un dibattito più complesso, senza che si perda mischiandosi ad altre notizie o argomenti.

QUI possiamo inserire i nostri eventi locali gratuitamente, non solo quelli che già possono essere pubblicati su altri portali di eventi, ma anche quelli ristretti a singoli gruppi, che saranno visibili solo ai membri di quel gruppo.

QUI (nel forum) abbiamo spazi dedicati e facilmente consultabili per raccogliere i bandi e i concorsi sul territorio, i corsi di formazione e le offerte dei commercianti locali, non solo degli ipermercati (per cui abbiamo la pagina sui volantini delle offerte, costantemente aggiornata) ma anche delle altre attività locali di beni e servizi.

QUI se avete una professionalità in un settore specifico potete metterla a disposizione sia nella sezione del forum dedicata alle consulenze (che si può ampliare ed è un servizio per tutti), sia nell’ambito delle discussioni del forum, perchè possiamo avere un confronto di qualità anche su temi importanti che riguardano la comunità locale.

Inoltre potete inviarci articoli per il blog, che saranno pubblicati a vostro nome, o foto da inserire nell’archivio di immagini di Locorotondo, utilizzando il forum o tramite email (info / AT / ucurdunne.it).

Apr
14
Admin
A’ Dalt
Pillole di Dialetto
0

In dialetto, quando si dà come luogo di appuntamento “a’ Dalt” solitamente ci si riferisce alla Villa Comunale. L’origine di questo termine dialettale viene collegata all’idea che la Villa è il punto più alto del paese, quindi equivarrebbe a dire “ci vediamo sopra, in alto”.

In effetti, sebbene in italiano usiamo termini foneticamente diversi per richiamare il concetto di “sopra, superiore, in cima”, in lingua catalana invece la parola utilizzata è identica al dialetto locorotondese. “Dalt” in catalano vuol dire precisamente “sopra”, specialmente la parte superiore di un edificio o di un oggetto. L’origine del termine è il latino “de alto” e quindi è come se dicessimo “la parte alta”, l’ “alto” (dalt) del paese.