IN EVIDENZA
Home  »  Il nostro blog  »  IN EVIDENZA
Apr
25
Admin
25 Aprile, c’è sempre un buon motivo per resistere
IN EVIDENZA
0

Bello festeggiare una Liberazione, ma forse è più utile ricordare la Resistenza. A resistere si è spesso in pochi, e chissà, forse in guerra erano “altri tempi”, ma il coraggio spesso bisognava darselo, se uno non ce l’aveva. Per questo penso che convenga ricordare i partigiani, non tanto per far riferimento alle loro qualità come uomini, ma anche solo perchè, chi con la vita, chi solo con qualche ferita, hanno difeso una causa e, insieme ad essa, anche tutte le persone che non hanno combattuto per quella causa, che non si sono esposte o che sono scappate, che non avevano l’età per combattere oppure che di anni ne avevano già troppi.

Dal sito dell’ ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia), biografia di un partigiano locorotondese:

Michele Cisternino
Nato a Locorotondo (Bari) il 7 marzo 1919, deceduto a Locorotondo il 12 gennaio 1997, impiegato, due Croci al merito di guerra.
Ufficiale d’anagrafe nel Comune dov’era nato, nel 1939 fu chiamato per la leva e mandato nell’Egeo. Restò sull’isola di Coo, come caporal maggiore di Fanteria, sino al 1942, ma quando fu annunciato l’armistizio il giovane militare si trovava in Jugoslavia, nel X Posto di Avvistamento Aerei. Catturato dai tedeschi, riuscì a fuggire mentre stava per essere avviato in un campo di concentramento in Germania. Raggiunti i partigiani del Battaglione “Mameli”, Cisternino combatté con loro sino a che, il 19 ottobre 1943, scontrandosi con i tedeschi a Kozino, non fu ferito e, di nuovo, fatto prigioniero. Rinchiuso nelle carceri del Tribunale di Zara, quando il penitenziario fu bombardato il giovane militare ne approfittò per evadere e per raggiungere, era il 16 dicembre del ’43, il Comando Patrioti di Borava. Un mese dopo, l’imbarco per Bari e il rientro in Italia, dove Cisternino, con i postumi di una ferita e due decorazioni, poté tornare alla sua Locorotondo.

Apr
23
Admin
San Giorgio, da Locorotondo a Barcellona
IN EVIDENZA
0

San Giorgio, oltre ad essere protettore di Locorotondo, è patrono di molti luoghi, tra cui Inghilterra, Georgia, Etiopia, Bulgaria, Serbia, Timbuctù e Portogallo. E’ un santo anche particolarmente venerato dai Rom: in lingua romani prende il nome di Ederlezi, titolo di una canzone popolare resa nota da Goran Bregovic.

In Catalunya e in particolare a Barcellona c’è l’usanza di regalare fiori e libri durante la festa di San Giorgio: la tradizione dei libri è abbastanza recente, iniziata a seguito della proclamazione della Giornata Nazionale del Libro, coincidente con il 23 aprile.

Regalare rose, invece, è una abitudine diffusa anche in altri popoli che festeggiano S. Giorgio: la leggenda vuole che, a seguito dell’uccisione del dragone da parte del cavaliere Giorgio, dal sangue dell’animale che bagnava la terra fossero spuntate delle rose rosse, e Giorgio regalò una di queste rose alla principessa di Cappadocia, che aveva salvato sconfiggendo il drago. Da notare che i Romani celebravano già una festa floreale nel periodo di Maggio, dedicata alla dea Flora.

 

Il nome Giorgio deriva dal greco antico γεωργός (gheorgòs), che significa “contadino, lavoratore della terra”. Da un punto di vista cabalistico e simbolico, l’origine del nome e il racconto leggendario hanno qualcosa in comune. La coltivazione del terreno è simbolicamente correlata alla coltivazione del sè, ovvero seminare – inseminare il femminino (la terra) per dare origine a una nuova vita (la pianta). Corrisponde a ciò che A. De Souzenelle (“La simbologia del corpo umano”) riferisce come il passaggio dall’ “uomo rosso” a “uomo verde”. L’uomo rosso, o uomo con sangue rosso, è l’essere non realizzato, in cerca di una purificazione o redenzione attraverso la vita. E’ l’uomo-animale, collegato al Ferro (contenuto, infatti, nell’emoglobina). L’ “uomo verde” è l’uomo-pianta, riflesso dell’albero della vita, capace di connettere la terra (con le sue radici) al cielo (con le foglie). Avreste mai pensato si potesse dire questo dell’opera del contadino?

Il cavaliere Giorgio sconfigge l’animale, il drago (per la simbologia del serpente, vedere qui) e dal sangue rosso del drago nascono fiori, il verde, la nuova vita. La storia di Giorgio è la parabola per eccellenza del percorso di trasformazione spirituale dell’uomo, che è transculturale e transreligioso, e forse anche per questo è venerato in così tanti posti diversi.

Se  il tema vi incuriosisce, la discussione è aperta nel forum

Apr
20
Admin
Incontro su scienza e fede a Bari
IN EVIDENZA
0

Il quotidiano La Repubblica organizza un incontro con dibattito su ragione, scienza e fede a Bari, in corso nella giornata di oggi e seguirà domani.

Stasera alle 19 è previsto anche intervento di Rodotà e a seguire dell’ex direttore di Wired Italia, Riccardo Luna.

Sono ancora le 17, se tante volte volete fare un salto a sentire uno dei papabili Presidenti della Repubblica..

Per vedere il programma dell’evento cliccate qui

Apr
16
Admin
Libertà è Partecipazione!
IN EVIDENZA
0

Stiamo pian piano aggiungendo materiale su questo sito.. tra gli eventi ad esempio ora troverete anche i film proiettati all’Auditorium di Locorotondo. Vorremmo spendere due parole in più sull’uso che potremmo fare di questa piattaforma, e sulla partecipazione di noi tutti alla community :

QUI possiamo discutere in maniera strutturata dei temi che riguardano il territorio. Nel forum ci sono alcuni argomenti e sezioni, ma potremmo aggiungerne altri o modificare quelli presenti a seconda delle esigenze. Rispetto ad altri ambienti “social” però, qui abbiamo spazi adeguati per avviare anche un dibattito più complesso, senza che si perda mischiandosi ad altre notizie o argomenti.

QUI possiamo inserire i nostri eventi locali gratuitamente, non solo quelli che già possono essere pubblicati su altri portali di eventi, ma anche quelli ristretti a singoli gruppi, che saranno visibili solo ai membri di quel gruppo.

QUI (nel forum) abbiamo spazi dedicati e facilmente consultabili per raccogliere i bandi e i concorsi sul territorio, i corsi di formazione e le offerte dei commercianti locali, non solo degli ipermercati (per cui abbiamo la pagina sui volantini delle offerte, costantemente aggiornata) ma anche delle altre attività locali di beni e servizi.

QUI se avete una professionalità in un settore specifico potete metterla a disposizione sia nella sezione del forum dedicata alle consulenze (che si può ampliare ed è un servizio per tutti), sia nell’ambito delle discussioni del forum, perchè possiamo avere un confronto di qualità anche su temi importanti che riguardano la comunità locale.

Inoltre potete inviarci articoli per il blog, che saranno pubblicati a vostro nome, o foto da inserire nell’archivio di immagini di Locorotondo, utilizzando il forum o tramite email (info / AT / ucurdunne.it).

Apr
14
Admin
“Finanziami il tuo Futuro” : raccogli i fondi per i tuoi progetti
IN EVIDENZA
0

Volendo fare gli anglofoni, si direbbe che “Finanziami il tuo Futuro” è una iniziativa di crowd funding ( fund raising in crowdsourcing). OVVERO??

Si tratta di una piattaforma web per facilitare l’incontro tra chi ha un progetto che vorrebbe realizzare e chi vorrebbe vederlo realizzato. La parte più difficile del mettere in pratica un’idea è spesso quella di raccogliere i fondi sufficienti per sostenere economicamente il progetto e renderlo quindi praticabile. Si può andare in cerca di fondi pubblici (locali, nazionali o internazionali), cercare degli investitori interessati.. spesso si tratta di una ricerca difficile e infruttuosa.

Il Crowd funding è la richiesta di un finanziamento collettivo, cioè invitare a finanziare un progetto – anche mediante piccole somme – direttamente coloro che sarebbero interessati a vederlo attuato, tra cui ad esempio coloro che ne usufruirebbero. La piattaforma web “Finanziami il tuo futuro” è volta a rendere più facile la raccolta fondi effettuata con questa modalità di crowd-funding, serve a dare visibilità a coloro che vorrebbero realizzare un loro progetto ma non sanno come farselo finanziare. Dal sito http://www.finanziamiiltuofuturo.it:

“Il contributo massimo che si potrà richiedere per ciascun progetto è di 10.000 euro a fondo perduto per la realizzazione di progetti della durata massima di 12 mesi. Gli ideatori, singoli o costituiti in gruppi informali, sono i soli responsabili del progetto che decidono di presentare, hanno cioè il completo e totale controllo di ciò che verrà pubblicato sulla piattaforma. Gli ideatori, solo dopo aver costruito le pagine del proprio progetto, girato i loro video, e definito le ricompense, sono pronti a lanciare il progetto e condividerlo con la comunità. Con la pubblicazione online delle proposte, sarà possibile iniziare a ricevere finanziamenti per i progetti.”

LE SCADENZE:

15 Maggio 2013: Puoi inviare il tuo progetto entro le ore 12:00 del 15 Maggio 2013 tramite la sezione Crea.
2 Luglio 2013: I progetti inviati saranno pubblicati online e inizierà la raccolta fondi.
31 Luglio 2013: Solo chi raggiunge con il crowd funding almeno il 5% dell’importo richiesto potrà continuare la raccolta. Il progetto di chi non riesce a superare questo traguardo rimarrà pubblicato online, ma non proseguirà con la raccolta fondi.
30 Novembre 2013: Entro questa data si dovrà invece raggiungere almeno il 70%.
30 Dicembre 2013: Entro questa data bisognerà raggiungere il 100%. In base ai fondi a disposizione, uno o più progetti saranno selezionati per un Premio in denaro assegnato da una giuria di esperti territoriali.

Apr
14
Admin
Un sito per segnalare problemi di decoro urbano
IN EVIDENZA
0

C’è in internet un servizio a nostro avviso utile per raccogliere le segnalazioni dei cittadini a proposito del decoro urbano della propria città. Il sito è www.decorourbano.org e si possono già vedere alcune segnalazioni fatte per il Comune di Locorotondo (clicca qui per vederle).

Al momento in cui scriviamo, ad esempio, sono state segnalate buche nella sede stradale di via Francesco Corrente e in Contrada Serra.  Nell’archivio del sito risultano 66 segnalazioni relative al nostro paese, di cui 40 risolte.

Tra le categorie di disservizi o guasti che è possibile segnalare ci sono problemi relativi ai rifiuti, atti di vandalismo/incuria, dissesto stradale, degrado delle zone verdi, errori di segnaletica e affissioni abusive.

Apr
14
Admin
Dona il sapere: una iniziativa per ridare vita ai libri usati
IN EVIDENZA
0

Segnaliamo questa interessante iniziativa dell’ Ecomuseo della Valle d’Itria, intitolata “Dona il sapere”, che potete trovare anche tra gli eventi riportati su ucurdunne.it.

Si tratta di una raccolta di libri usati, letti o inutilizzati, che saranno catalogati e resi disponibili a tutti per la consultazione, andando a far parte dell’archivio documentale e polo bibliotecario che sta allestendo l’associazione ecomuseale. La data della raccolta è DOMENICA 21 APRILE 2013 dalle ore 9.30 alle 13.30 e dalle ore 17.30 alle 20.00 presso il LUP in Via Morelli (piano terra della Biblioteca civica A. Bruno).

A tutti coloro che doneranno verrà rilasciato certificato ecomuseale. Maggiori info qui.

Mar
5
Admin
Viaggiare in Puglia: un concorso per chi va.. e per chi resta
IN EVIDENZA, Turismo
0

L’Agenzia Regionale del Turismo, in collaborazione con il CTS, promove un concorso per vincere un viaggio in puglia – da turisti – e fare da testimonial per le bellezze della Regione. Oppure, se si è residenti in Puglia, ci si può candidare per fare da guida come “tour leader”. Verranno scelti 8 testimonial e 4 tour leader, c’è tempo fino al 19 Maggio per candidarsi. Maggiori info sulla pagina Facebook dell’iniziativa

concorso puglia