Pillole di Dialetto
Home  »  Il nostro blog  »  Pillole di Dialetto
Apr
14
Admin
A’ Dalt
Pillole di Dialetto
0

In dialetto, quando si dà come luogo di appuntamento “a’ Dalt” solitamente ci si riferisce alla Villa Comunale. L’origine di questo termine dialettale viene collegata all’idea che la Villa è il punto più alto del paese, quindi equivarrebbe a dire “ci vediamo sopra, in alto”.

In effetti, sebbene in italiano usiamo termini foneticamente diversi per richiamare il concetto di “sopra, superiore, in cima”, in lingua catalana invece la parola utilizzata è identica al dialetto locorotondese. “Dalt” in catalano vuol dire precisamente “sopra”, specialmente la parte superiore di un edificio o di un oggetto. L’origine del termine è il latino “de alto” e quindi è come se dicessimo “la parte alta”, l’ “alto” (dalt) del paese.

Apr
14
Admin
Nà Pédd’
Pillole di Dialetto
0

fatte na' pedd'

 

Farsi “ nà pédd‘ ” in dialetto locorotondese corrisponde a ubriacarsi, bere alcolici in dosi elevate. Ci è stato suggerito che questo modo di dire, che equivarrebbe a “farsi una pelle” sia collegato ai tempi in cui, lavorando nei campi o portando al pascolo gli animali, ci si portava appresso anche un otre di vino. Un otre di pelle, quindi. Da cui, “farsi una pelle” significherebbe farsi un otre intero e quindi bere parecchio.

Segnaliamo alcuni altri riferimenti simili a questo modo di dire: in calabrese il peddraru è l’ubriacone. Invece, nel napoletano, farsi “na’ pell” è una espressione volgare per dire di aver fatto sesso.

Cliccando sull’immagine di “Keep calm..”  verrete reindirizzati su un sito che consente di stampare l’immagine su magliette, tazze e portachiavi, se lo slogan vi piace!

P.S. Se trovate inesattezze nella traslitterazione del dialetto o se volete darci un contributo con la spiegazione di qualche altra espressione dialettale, segnalatecelo a info / AT / ucurdunne.it oppure scrivetecelo nel forum